TIZIANO FRATUS a Treviso per “Scrittori di Scrittura”

 

Segnaliamo a tutti voi il prossimo appuntamento del progetto “SCRITTORI DI SCRITTURA” – organizzato e promosso dall’Ufficio per la Pastorale della Cultura – Diocesi di Torino in collaborazione con la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale – sezione di Torino, Torino Spiritualità, Effatà Editrice e Dinoitre Eventi – inserito all’interno della serie di incontri IO PUBBLICO, a cura di Piccolo Cenacolo E-DERE.

Il libro più venduto al mondo continua a essere la Bibbia, che ha un grande valore anche da una prospettiva strettamente letteraria. Continuano le occasioni di incontro con autori che si cimentano nella riscrittura di un brano, per offrire un punto di vista narrativo differente ed esplorare il testo religioso e i suoi significati con uno sguardo diverso. Dopo gli autori che hanno partecipato al progetto nel 2014 (in ordine, MARGHERITA OGGERO, GIAN LUCA FAVETTO, SILVANA DE MARI, ELENA LOEWENTHAL, ELENA VARVELLO, DAVIDE LONGO, PAOLO DI PAOLO e GIANLUIGI RICUPERATI) il protagonista del prossimo incontro a Treviso è TIZIANO FRATUS, uno degli autori di un anno che ha visto la partecipazione di CHRISTIAN RAIMO, CRISTIANO CAVINA e BRUNO GAMBAROTTA.

I testi sono pubblicati in una collana della casa editrice Effatà, ciascuno introdotto da un biblista che illustra il contesto originario del brano ri-narrato.

 

Geremia-voleva-diventare-un-mulino
 
venerdì 11 marzo 2016, ore 21

Palazzo Rinaldi – Sala Verde
piazza Rinaldi 1, Treviso

Presentazione di
Geremia voleva diventare un mulino.
Visione in sette rotazioni
(Effatà editrice)
di TIZIANO FRATUS

con la partecipazione di
don GIAN LUCA CARREGA – Direttore Ufficio per la Pastorale della Cultura della Diocesi di Torino

Si può diventare, oggi, profeti? E come lo si potrebbe diventare? Un’immaginifica narrazione il cui protagonista, Geremie Ian van der Bosch, nel corso del suo peregrinare interiore si ferma a contemplare la Passione dipinta da Hans Memling e conservata nella Galleria Sabauda di Torino.
 
Memling, Hans (1425/40-1494): The Passion. Turin, Galleria Sabauda*** Permission for usage must be provided in writing from Scala. ***

 

TIZIANO FRATUS (1975) attraversa il paesaggio e scrive libri. Perdendosi nel silenzio cantato delle foreste del Nordamerica ha concepito il concetto di Homo Radix e la pratica dell’alberografia, che vive quotidianamente. Ha scritto diversi libri in versi e in prosa fra i quali Manuale del perfetto cercatore d’alberi (Feltrinelli), L’Italia è un bosco (Laterza), Il libro delle foreste scolpite (Laterza), Un quaderno di radici (Feltrinelli) e Ogni albero è un poeta. Storia di un uomo che cammina nel bosco (Mondadori). Tiene la rubrica “Il cercatore d’alberi” sul quotidiano “La Stampa”. Disegna itinerari botanici, guida passeggiate e ha tenuto diverse personali fotografiche.

 

Copyright © Paolo Tangari Photographer - All rights reserved

 

«Scrittori di Scrittura» è un progetto promosso dall’Ufficio per la Pastorale della Cultura della Diocesi di Torino in collaborazione con la Facoltà Teologica di Torino e Torino Spiritualità. I curatori sono don Gian Luca Carrega per la sezione biblica e Stefano Gobbi della Dinoitre Eventi per i contatti con gli scrittori e la logistica. L’iniziativa intende presentare al pubblico le opere di alcuni scrittori che si sono cimentati nella riscrittura di un brano biblico secondo la propria sensibilità.
Ogni volume è corredato della breve introduzione esegetica di un biblista e della traduzione del testo o dei testi scritturistici di riferimento dall’originale ebraico o greco.
Per tutte le informazioni sul progetto:
www.scrittoridiscrittura.it

 

IO PUBBLICO è una formula nuova nella quale ogni appuntamento sarà dedicato a un editore e a un suo autore. Insieme proporranno un libro e qualche riflessione per il periodo di Quaresima. Sarà anche l’occasione per conoscere la proposta di un editore che ha impostato il suo lavoro attorno ai valori cristiani e con questi offre stimoli, alimenta domande, ispira risposte e motiva la ricerca interiore.
Il Piccolo Cenacolo E-DERE è un laboratorio di pensiero e insieme un’occasione per agire con quel pensiero. L’etimo di E-DERE riconduce ai concetti di esporre, dare alla luce, ma anche trasferire, far passare ad altri con spontaneità.
Per informazioni: cenacolo.edere@gmail.com