Libricity, l’app che i lettori sognavano

 

Sono le sette di sera di un sabato qualunque. Siete a Roma, a spasso per la città. Immaginate di ricevere la vostra illuminazione libraria all’improvviso – il ché di solito si traduce in “voglio quel libro, e lo voglio subito tra le mani” – e, da buoni lettori insaziabili, sapete che non avete alternativa al cercare di soddisfarla, per non correre il rischio di passare una serata tra mugugni e cattivo umore. Oppure, ancora meglio, ricevete un invito a cena al volo e, invece di presentarvi con la classica bottiglia di vino (che tanto sbagliate sempre l’abbinamento con il menù e tutti sono più esperti di voi), vi viene la pensata di regalare quel libro di cui avete parlato ai padroni di casa, e se ben ricordate parevano anche sinceramente interessati. Be’, nonostante il poco tempo a disposizione, fortunatamente ora sapete come fare per non incappare in piacevoli (entrare in una libreria lo è sempre) ma infruttuosi giri a vuoto: vi basta mettere mano al vostro smartphone, aprire l’app libricity, digitare il titolo del libro o l’autore desiderati nella casella di ricerca (meglio ancora tutti e due, se siete proprio dei precisini) e scoprire quale delle librerie più vicine a voi ne possiede a scaffale una o più copie, con tanto di calcolo della distanza dal punto in cui vi trovate. Facile, no? Certo, e assai utile e versatile, aggiungerei, se consideriamo che ora esiste anche la versione web classica, per utilizzi meno urgenti e immediati dell’esempio proposto.

 

libricity

LibricityArticolo1

Questa rivoluzione copernicana nel settore della reperibilità libraria – che finalmente rischia di mettere davvero in contatto attraverso un canale digitale le librerie con i loro utenti, ovvero i lettori e gli aspiranti tali – è nata dalla fantasia e dalla passione di Lorenzo Losa, un dottore in Matematica uscito dalla Normale di Pisa, appassionato di software aperto e conoscenza libera, e del designer grafico Adriano Guarnieri, cofondatori di Aranea srl, società che si occupa di progetti tecnologici legati all’editoria libraria e da cui è nato il progetto libricity.

 

founders

 

Libricity – disponibile come app per Android e iOs, nonchè come vero e proprio sito web – è a tutti gli effetti il primo motore di ricerca che geolocalizza libri e librerie e il suo esemplificativo motto è “trova il libro che stai cercando nella libreria più vicina“. All’interno del suo catalogo, a oggi, si trovano più di centomila titoli e quasi sessanta librerie, distribuite tra Milano (la città in cui si è inaugurato il servizio), Torino, Venezia, Udine, Bergamo e Roma: per fare degli esempi, a Torino ritrovate anche gli amici delle librerie Bodoni, Fontana e La Gang del Pensiero, mentre a Roma partecipano già le amate Altroquando, Giufà, Hop&Book, Minimum Fax e Pallotta. Ma la speranza, da lettore in continua ricerca, è che le adesioni aumentino sempre di più, estendendosi anche nelle province e a livello nazionale, per un servizio di assoluta utilità, dovunque ci si trovi. Il progetto, inoltre, ha già ricevuto il patrocinio di ALI (Associazione Librai Italiani), SIL (Sindacato Italiano Librai) e LIM (Librerie Indipendenti Milano) e collabora per la parte tecnica con WinVaria (ovvero il gestionale che usavo anch’io nei miei anni da libraio, da sempre garanzia di qualità e semplificazione). Interessanti anche gli sviluppi che si potranno avere nel settore degli eventi editoriali, con la segnalazione e la messa in rete di queste occasioni per tutti coloro che ne saranno interessati, e chissà quali altre utili trovate potranno venire in mente nel continuo scambio tra creatori e utenti che ci auguriamo avrà luogo.

 

libricity-la-libreria-la-citt-9-638

 

In fin dei conti, una gran bella idea, no? Una di quelle che ti fa chiedere perché non c’è venuta in mente prima, e che mi spinge a fare i complimenti (non solo per le belle figure che mi farà fare in caso di nuovi inviti a cena dell’ultimo minuto) e i miei migliori auguri a Lorenzo e Adriano e a tutti i loro collaboratori impegnati sul progetto e nello sviluppo dell’idea che ne sta alla base.

Buone ricerche e buone letture a tutti, come sempre!

 

libricity12novhd-151112123554-lva1-app6891-thumbnail-4